C.P. COMPANY

L’indumento viene tinto solo nella fase finale del processo di produzione, successivamente alla finitura completa, attraverso una tecnica che si differenzia dal metodo convenzionale di colorazione a partire da "tessuti già tinti".

Filtra per:

Categoria

Designer

Colore

Ordina per

I colossi inglesi dell'abbigliamento Chester Barry e Fred Perry iniziarono simultaneamente un’azione legale per l’uso del loro nominativo contro il designer bolognese Massimo Osti, che aveva da poco fondato il brand "Chester Perry", costringendolo pertanto a cambiare il nome del suo marchio: nacque così C.P. Company. Nel 1979 la C.P. Company trasformò il piumino di nylon degli alpinisti in una giacca urban. Il piumino diventò un’alternativa insostituibile al cappotto di lana che, fino agli anni ‘70, era lo stile di giacca invernale dominante nelle città italiane. Il punto di partenza di C.P. Company per la trasformazione fu la sostituzione del nylon, materiale di cui erano solitamente costituite queste giacche, con un tessuto più ricercato: una gabardine, estremamente leggera e soffice, venne sottoposta a un trattamento per renderla resistente all’acqua, mantenendo le caratteristiche tattili del cotone. Il riempimento era costituito da un’imbottitura in cotone specialmente sviluppata da Bayer per il settore atletico.Il successo di quest’innovazione fu tale che accanto al deposito dell’azienda, venne rapidamente installata una cupola geodetica gonfiabile che inserì un segno di modernità nelle campagne emiliane. La cupola aveva lo scopo di conservare migliaia di giacche voluminose in attesa di essere spedite. Ogni stagione queste giacche cambiavano e si trasformavano, con l’aggiunta di nuovi tessuti e modelli. La vera piuma d’oca, che era molto costosa all’epoca, sostituì successivamente l’imbottitura in cotone. L’azienda si espanse e il suo fatturato crebbe in modo vertiginoso. Il piumino urban divenne una presenza costante nelle collezioni di C.P. Company che, negli anni ‘90, verrà chiamata “Continuative Garment”, la serie speciale di pezzi che plasmò l’identità del brand. Le giacche con cappuccio staccabile. Esterno: cotone impermeabile. Interno: lana con motivo tartan. I bottoni ispirati agli anelli dei college americani. Nel 1987 Massimo Osti aveva, nel suo archivio di articoli d’abbigliamento, un cappuccio protettivo indossato dalle forze di difesa civile giapponese, simile a un passamontagna con una chiusura anteriore con zip e due lenti cucite nel tessuto al livello degli occhi. Osti era interessato all’idea di fare una giacca con delle lenti cucite nel tessuto. Il problema di preservare l’integrità del tessuto intorno al perimetro delle lenti fu risolto grazie ad una montatura specificamente creata dall’azienda italiana Baruffaldi, il leader mondiale nel settore delle lenti sportive. Il primo prototipo fu una giacca da campo con quattro tasche, stile sahariano, che presentava lenti cucite in un colletto esteso, che poi divenne nota come la Explorer Jacket. In seguito ad ulteriori ricerche sui cappucci protettivi usati dai militari, C.P. Company creò diversi prototipi nel corso del 1987. Gli indumenti anti-gas, una nuova ispirazione, gli diedero l’idea di spostare le lenti dal colletto al cappuccio stesso. Le forme di questa nuova versione della Goggle Jacket si rifanno alla multifunzionalità delle giacche da campo svizzere, le cui tasche intelligenti adempiono a diversi compiti. Un’altra lente viene aggiunta alla manica per consentire di guardare l’orologio. Dopo aver inventato e innovato la tintura in capo nei primi anni ‘70, C.P. Company scrive un altro capitolo della storia di questa tecnica: il Bespoke Colour. Con i capi della linea Eclipse si rappresenta il secondo passo della tecnica di migrazione Re-Colour. Invece di impiegare un classico tessuto tinto in capo con un colore base, questi indumenti sono realizzati con un substrato in poliestere High Visibility, di solito gabardine intessuta o knitted fleece. Il secondo colore viene applicato con la tradizionale tecnica Re-Colour, ma nel caso dei capi Eclipse serve a rendere più scuro e profondo il colore originale, che rimane leggermente visibile sotto la resina trasparente. Fino ad arrivare a P.Ri.S.M.: il nuovo tessuto esclusivo creato da C.P. Company, incarnazione dell’impareggiabile arte tintoria del marchio. Questo tessuto prismatico si compone di un’innovativa membrana in ripstop e poliuretano bicolore che crea un effetto davvero unico nel suo genere. Giacche leggere da uomo presentano una chiusura frontale con zip integrale, tasca sul petto con apertura doppia e cappuccio regolabile con le iconiche lenti Goggle di C.P. Company. Realizzate in Chrome-R, una versione completamente riciclata del tessuto in multi-filamento di nylon che offre una barriera quasi impermeabile contro acqua e vento e una lavorazione eco-sostenibile. Sviluppato esclusivamente per la tintura in capo, Chrome R resiste al processo di pigmentazione generando toni più chiari e vivaci. Altra giacca leggera da uomo presenta un colletto dal taglio classico, chiusura con zip integrale, due tasche sul petto e tasca sulla manica rifinita dall’esclusivo dettaglio C.P. Company Lens. È realizzata con il tessuto Taylon P che è composto da nylon monofilamento e nylon taslanizzato per rendere il capo resistente all’acqua e dalla facile asciugatura con una texture metallizzata e opaca. La tintura in capo, effettuata esclusivamente sul prodotto finito, dona una maggiore profondità e intensità cromatica. Le polo a maniche lunghe hanno molteplici caratteristiche. Chiusura a tre bottoni, colletto dal taglio classico e una tasca sul petto rifinita dal logo C.P. Company. Le polo a maniche lunghe sono realizzate in jersey di cotone di peso medio ottenuto tramite filatura a estremità aperta per garantire comfort e versatilità, mentre la tintura in capo viene effettuata per donare profondità e intensità cromatiche maggiori. Differenti sono le polo a maniche corte con pattina a due bottoni, colletto classico e l’esclusivo logo C.P. Company ricamato sul torace. In piqué di cotone elasticizzato, per una vestibilità flessibile e versatile, e un’elevata traspirabilità. T-shirt girocollo a maniche corte, con piccolo logo C.P. Company sul torace. In jersey di cotone 30/1 che offre una vestibilità resistente ed elevata traspirabilità. Le t-shirt possono presentare anche stampe grafiche sul retro che rappresentano l’iconico cappuccio con lenti Goggle in stampa scura. Queste T-shirt da uomo presentano il classico taglio girocollo con lavorazione a costine e maniche corte. I bermuda da uomo sono pratici e funzionali grazie ai passanti per cintura applicati e alle tasche laterali e posteriori. Sono rifiniti dal caratteristico dettaglio C.P. Company Lens sulla gamba, e il leggerissimo tessuto di cotone opaco elasticizzato con cui sono realizzati. Stretch Sateen, offre una vestibilità confortevole che dura a lungo. La tintura in capo dona una maggiore profondità e intensità cromatica. Oppure, bermuda da uomo con taglio al ginocchio che presentano il caratteristico dettaglio C.P. Company Lens sul lato sinistro, una coulisse elasticizzata in vita, tasche anteriori e due tasche speculari con zip sulle gambe. Questi bermuda sono realizzati in Chrome-R, una versione completamente riciclata del tessuto in multi-filamento di nylon che offre una barriera quasi impermeabile contro acqua e vento e una lavorazione eco-sostenibile. Sviluppato esclusivamente per la tintura in capo, Chrome R resiste al processo di pigmentazione generando toni più chiari e vivaci. I costumi da bagno uomo presentano un rivestimento interno integrale in tessuto retato, pratiche tasche, vita elasticizzata e sono rifiniti dall’esclusiva lente C.P. Company Lens sulla gamba sinistra. Sono realizzati in Flatt Nylon, un tessuto resistente all’acqua emerizzato tramite un processo di smerigliatura ad alta pressione che li rende morbidi al tatto e che insieme alla tintura in capo dona un effetto leggermente sbiadito.
×