VANS

Don't touch my Vans! Un viaggio, ma soprattutto un modo di vivere; sempre sulla cresta dell'onda, grazie all'innovazione.

Filtra per:

Categoria

Colore

Ordina per

Il marchio Vans nacque in California nel 1966 e già nel 1970 iniziò a riscuotere grande successo producendo delle scarpe di tela che ben presto divennero le scarpe skateboard per eccellenza grazie alla vischiosità della suola, alla loro aderenza al piede e alla loro resistenza. La Van Doren Rubber Company esordisce con le Vans Authentic, una silhouette bassa con una spessa suola in gomma che ha resistito alla prova del tempo, che rimane ancora oggi uno dei modelli più venduti in assoluto, apprezzato per le mille colorazioni disponibili e un design sempre attuale. Il 1976 va diviso a metà: da una parte debuttano le Era, le nuove sneakers basse disegnate direttamente da skater professionisti del calibro di Tony Alva e Stacy Peralta, con il collo imbottito e un nuovo schema colore, dall'altra invece troviamo per la prima l'iconico logo Off The Wall, un termine coniato da alcuni ragazzi di Venice Beach per indicare la sensazione che si prova quando si è in bilico tra salita e discesa, proprio nel punto di massima elevazione prima di atterrare con la tavola. Proprio le Era sono le prime sneakers a testare la suola waffle vulcanizzata fresca di brevetto, un design rivoluzionario, antiscivolo e anti-abrasione, quindi perfetto per reggere alle sollecitazioni e agli urti continui che lo skate non ci fa mai mancare. Soltanto un anno dopo Vans presenta in contemporanea le Old Skool e il classico Vans Side Stripe: le sneakers Style #36 infatti sono state le prime sneakers Vans con parti in pelle sulla tomaia, ma anche il primo modello a sfoggiare l'inconfondibile onda laterale, la cosiddetta jazz stripe. Nello stesso periodo fanno la loro comparsa anche le prime Slip On Vans in assoluto, da calzare al volo per uno stile easy da West Coast, rese immortali da diverse generazioni di skater, surfer e rider di BMX. La fine degli anni '70 si conferma una miniera d'oro con l'ennesima gemma dei Van Doren: le Sk8-Hi sono il primo modello di Vans alte e fasciano in modo ottimale le caviglie contro gli impatti e le abrasioni, diventando in un lampo le sneaker più vendute tra gli skater grazie a un'estetica attuale e originale. La crescente popolarità di Vans ha spinto la società americana a investire anche nella creazione di un ricco abbigliamento da skate per accompagnare in modo adeguato le sue sneakers più importanti, creando quindi una serie di felpe, cappellini e t-shirt Vans che riflettessero l'atmosfera spensierata della costa californiana. Che siano tutte colorate ed appena tirate fuori dalla scatola, oppure un paio consumato poco importa: presto o tardi il momento delle prime Old Skool arriva per chiunque. Questo modello di sneakers è nato nel 1977, quando debuttò sul mercato con il nome di style 36: il nuovo prodotto Vans è diventato un'icona culturale e sociale con il passare del tempo, e sono state le prime sneakers da skate a presentare la ormai leggendaria onda laterale ed alcune parti in pelle; inoltre grazie alla sua versatilità si prestava molto bene alle modifiche personali, introducendo così l'idea di esprimere la propria personalità attraverso delle semplici sneakers basse, ora un tratto caratteristico del brand di Van Doren ma sino ad all'ora un concetto quasi impensabile. La struttura tradizionalmente è composta da tomaia in canvas, inserto in pelle a contrasto, intersuola vulcanizzata e suola in gomma a motivo waffle,il caratteristico disegno che contraddistingra da sempre le sneakers Vans. Si possono trovare anche in pelle, suede o nylon, dotate di chiusura a zip sul lato o con stampe colorate e sempre particolari. Correva l'anno 1966, e la compagnia dei fratelli Van Doren aveva appena aperto il suo primo punto vendita ad Anaheim, in California: il debutto sul mercato fu un successo unico ed irripetibile, merito anche della Style 44, nient'altro che il nome originale delle Vans Authentic, il modello basso più iconico e rivoluzionario nella storia delle sneakers da skate. Con il passare del tempo, infatti, le sue linee estremamente semplici e la tomaia in tela lo hanno spinto nell'olimpo delle scarpe sportive basse, tant'è che possiamo trovare ancora oggi queste sneakers Vans Authentic ai piedi di milioni di persone; il loro pubblico è variegato, perché stiamo parlando di una calzatura Vans in grado di adattarsi a qualunque look e stile, alla cui versatilità non vuole rinunciare proprio nessuno. Non farti mancare un paio di sneakers Vans Authentic casual da uomo più classiche che esistano: scegli la versione total-white, con lacci e suola bianca, per personalizzare la tua sneakers Vans preferita, oppure sbizzarrisciti con disegni e stampe colorate. In estate, con pantaloncini e un paio di occhiali da sole con lenti specchiate, sono un must. Le rampe ed i parchi di tutto il mondo hanno ruggito di gioia nel 1978, quando l'innovativa Sk8 Hi fece la sua trionfale comparsa: inizialmente nota come style 38, ha una calzata più alta rispetto alla Old Skool, arrivando ad avvolgere anche la caviglia per attutire gli urti della tavola. Anche queste sneakers Vans Sk8 Hi sono dotate dell'iconica striscia laterale, e portarono una ventata d'aria fresca nel panorama delle sneakers da skate, con colorazioni brillanti ed una silhouette accattivante. Un pezzo di storia delle sneakers da ginnastica, che non smette di conquistare nuovi appassionati grazie alla continua innovazione, pur nel rispetto della tradizione: ecco quindi che la tomaia può fare a meno della tradizionale combinazione di suede e canvas per integrare nuovi materiali, come ad esempio pelle, mesh e tessuto felpato.
×